Ita / Eng

Musicaimmagine - Logo

L’Orecchio di Giano 2019
Writing These Poems

Concerto n.9 / mercoledì 6 novembre, ore 19:00

INFO & TICKETS

CALENDARIO XVIII Stagione

> pagina FaceBook
> Newsletter 

............................................................
VILLA LANTE, mercoledì 6 novembre, ore 19:00
Writing These Poems
Pia Freund, soprano | Anna Laakso, pianoforte
musiche di: Jean Sibelius, Mikko Heiniö, Ilari Laakso, Minna Leinonen, Kaija Saariaho   

in collaborazione con Sibelius Society Italia


Writing These Poems è un evento complesso che unisce le possibilità di interpretazione di voce, pianoforte ed elettronica. Lo stile dell’opera cambia dal romanticismo di Sibelius alla nuova musica finlandese più varia, rappresentata da Mikko Heiniö, Ilari Laakso, Minna Leinonen e Kaija Saariaho. Nell’opera Lonh di Kaija Saariaho, la parte vocale espressiva in provenzale viene accompagnata da un materiale audio elettronico realizzato dall’IRCAM (Institut de Recherche et Coordination Acoustique/Musique). Lonh significa distante/lontano in provenzale e in questo caso si tratta di un poema che parla di un amore lontano, di nostalgia e di morte, ed è interpretato da un trovatore medievale. Lonh (1996) funge da prologo all’opera di Saariaho “Kaukainen Rakkaus” (L’Amour de loin). La parte elettronica dell’opera viene interpretata in tre lingue diverse: provenzale, francese e inglese. Inoltre si possono sentire ad esempio suoni di uccelli, della pioggia e del vento. Le parti dedicate al pianoforte sono state realizzate da Mikko Heiniö, Ilari Laakso, Minna Leinonen e Jean Sibelius. 
Il pianoforte si può sentire nelle molte canzoni conosciute ed amate di Sibelius, ma anche da solo nella prima parte del concerto, dove esprime invece le sensazioni di un compositore dei nostri tempi, creando di tanto in tanto una sorta di superficie di risonanza contrastante con il romanticismo di Sibelius. 
La serie di canzoni "Writing These Poems" di Ilari Laakso è stata composta in base a quattro poesie della raccolta Greedy per Mulberries del poeta inglese Chrys Salt. Al centro dell’attenzione si trova il poeta stesso, l’artista e il suo rapporto con l’ambiente e il suo lavoro. Come nell’opera di Saariaho, la natura e le sensazioni che essa provoca sono fortemente presenti. Nel complesso, il concerto mira a raggiungere i sentimenti interiori dell’artista: cosa significa "scrivere queste poesie", comporre questa musica, cantare queste canzoni, suonare queste opere, vivere il giorno di oggi provando, vedendo e realizzando? In questo contesto, il nome della prima canzone della serie di canzoni di Ilari Laakso è stato in effetti preso come simbolo per l’intero concerto.

<strong style="border: 0px; margin: 0px; padding: 0px;">L’Orecchio di Giano 2019<br /></strong>Writing These Poems<br /><br />